sabato 2 febbraio 2013

Yamamoto Masao: la poesia della memoria

"Una buona foto è quella che lenisce. Che fa sentire gentili. Una foto che dà coraggio, che ricorda bei ricordi, che rende felice la gente." 
Le immagini di Yamamoto Masao 山本昌男 trascendono l'apparente semplicità per ricordare la poesia confortevole della memoria. 
Nato nel 1957 in Giappone, Yamamoto studia belle arti e pittura, prima di dedicarsi alla fotografia. Gli scatti del fotografo giapponese raccontano un mondo armonioso, non visibile a tutti, fatto di linee soavi, spazi indefiniti e tracce di corpi.
Scatti caratterizzati da una estetica unica: sottile e potente allo stesso tempo. Stampe fotografiche di piccole dimensioni, a volte così minuscole da richiedere una profonda contemplazione. 
Bonsai che si racchiudono nel palmo di una mano. Mediante un intervento equilibrato e preciso Yamamoto Masao macchia, strappa e spiegazza le sue immagini, facendole sembrare invecchiate dal tempo. 
 Ogni immagine diventa, allora, un ricordo, un frammento, una traccia, una poesia visiva e sentimentale strappata dall'anonimo flusso quotidiano e resa libera e immortale.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Do per scontato che la citazione all'inizio del post sia di Y. Masao, ma dove è contenuta?

Giuseppe Santagata ha detto...

è tratta da un'intervista

Anonimo ha detto...

Che meraviglia! (Margherita Maniscalco)

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes