mercoledì 8 agosto 2012

Gli alberi di Myoung Ho Lee

Myoung Ho Lee è un giovane artista coreano (nato nel 1975 a Seul), che ha prodotto un'interessante serie che affronta le tematiche della percezione della realtà e della decontestualizzazione ambientale.
L'albero separato artificialmente dalla natura che lo circonda, viene presentato in uno sfondo bianco, illuminato in modo tale da non produrre ombre, permettendo, quindi, allo spettatore di chiedersi se lo stesso appartenga all'ambiente o se si tratti di un ritratto posto all'interno del paesaggio. 
L'oggetto allora diventa ambiguo, un sorta di  "meta-soggetto". Gli alberi da tridimensionali si convertono in bidimensionali, come se fossero stati dipinti o stampati su poster a grandezza naturale.
Traendo spunto dalla lunga tradizione scientifica della fotografia botanica dove le piante e i fiori sono stati spesso fotografati su uno sfondo neutro, Myoung usa la tela non solo per catalizzare l'attenzione e equilibrare la composizione, ma soprattutto al fine di estrapolare i suoi soggetti  dal loro contesto quotidiano, dando vita a immagini allo stesso tempo semplici e potenti.
Fotografie a metà strada tra land-art e surrealismo che riflettono sull'ambiguità dell'immagine e sull'ambivalenza della stessa.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes