lunedì 6 agosto 2012

Cos'è l'effetto Droste? Come si realizza?

Il termine Droste fu coniato dal poeta e giornalista Nico Scheepmaker, alla fine degli anni settanta. Esso prende il nome da Droste, una marca olandese di cacao, sulla cui scatola era presente l'immagine di un'infermiera che teneva in mano un vassoio con una tazza e una scatola che riproducevano la stessa immagine in miniatura.
L'illusione ottica utilizzata per decorare la confezione della scatola di cacao si serve di cosiddette immagini "ricorsive", ovvero di immagini e che riprendono al loro interno l'immagine stessa.
Un modo semplice di ricreare l'effetto è quello di porre due specchi uno davanti all'altro e di sbirciare quello che si vede su uno dei due. Ma esistono diversi modi per riprodurre questa interessante illusione. In basso vi lascio con due tutorial che ci mostrano come ricreare l'effetto con programmi di ritocco come Photoshop e After Effects. Tuttavia, per sfruttare le potenzialità di Photoshop è necessario scaricare gratuitamente dalla web di Adobe il plug-in "Pixel Bender".


1 commenti:

Anonimo ha detto...

La ricorsività è la manifestazione del genio. Cfr. Ebook (amazon) di Ravecca Massimo. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo.

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes