lunedì 23 luglio 2012

I collage di Daniel Gordon

Daniel Gordon, 1980 (USA), è un fotografo concettuale che vive e lavora a Brooklyn (New York), che compone immagini che giocano con le nozioni di artificio e autenticità.  
Con la serie "Flying pictures" (2001-2004), il fotografo americano dà vita a immagini che rendono possibile il sogno di volare, anche se solo per 1/125 di secondo. Utilizzando una fotocamera montata su un treppiede, Gordon si lancia in aria, mentre un assistente scatta l'otturatore.
Le immagini in volo sono allo stesso tempo paesaggi pastorali e documenti di una performance. Nelle ultime serie Gordon, invece, lavora in modo scultoreo. Cerca su Internet immagini, le stampa e le taglia per costruire dei grandi collage tridimensionali
 Una volta terminata, la scultura viene fotografata con una macchina fotografica di grande formato e  successivamente distrutta.  Pertanto il lavoro dell'artista americano esiste solo attraverso l'atto fotografico. 
Le immagini di Daniel Gordon suscitano allo stesso tempo attrazione e repulsione. Sono irresistibilmente vivaci e tattili, ma anche surreali e grottesche. Le sue opere non sono quello che sembrano a prima vista. Sembrano collage, ma si rivelano immagini di sculture.  
L'improvvisazione è fondamentale nel procedimento lavorativo del fotografo americano. A differenza della perfezione delle immagini manipolate con Adobe Photoshop, questi tableaux di carta sono volutamente grezzi e rozzi. Come fosse un nuovo dottor Frankenstein, Gordon crea i suoi mostri, sbattendo insieme parti del corpo per creare un nuovo essere.  
Vi consiglio di dare uno sguardo al sito dell'artista per avere una visione completa della sua opera.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes