mercoledì 14 dicembre 2011

Tubi di prolunga per Macrofotografia

La macrofotografia è una tecnica fotografica che permette di ottenere tramite forti rapporti di ingrandimento immagini di soggetti molto piccoli. Si parla di macrofotografia quando il rapporto di riproduzione del soggetto è pari o superiore ad 1 (≥ 1:1).  
Per fare della buona macrofotografia è necessario utilizzare obiettivi progettati e costruiti per fotografare a distanze ravvicinate senza apprezzabile perdita di qualità. Solo questa tipologia di lenti garantisce un'elevata planeità di campo, nitidezza e contrasto ed assenza di distorsioni e aberrazioni. Inoltre gli obiettivi per macrofotografia permettono di raggiungere un rapporto di riproduzione di 1:1 e consentono una perfetta resa anche quando si utilizzano diaframmi piuttosto chiusi. Nel caso in cui avessimo la necessità di spingerci oltre la riproduzione di 1:1, per esplorare il nostro soggetto più da vicino, i tubi di prolunga rappresentano, tuttavia, un'ottima ed economica soluzione.
I tubi di prolunga sono tubi privi di lenti, venduti di solito in set da tre pezzi, di diversa lunghezza ( 12-24-36mm).L’aspetto principale su cui porre attenzione quando si acquistano questi tubi di prolunga è il mantenimento degli automatismi. I modelli più economici sono semplicemente degli anelli di metallo o di plastica che si frappongono tra l’obiettivo la fotocamera e non trasmettono le informazioni necessarie a controllare messa a fuoco ed apertura. I migliori, tuttavia, permettono all'obiettivo e alla reflex di dialogare tra di loro per il mantenimento degli automatismi di esposizione e autofocus. I tubi vanno inseriti tra l'obiettivo e il corpo macchina, in combinazioni variabili, in relazione al rapporto di riproduzione che vogliamo raggiungere. 
Nello specifico i tubi di prolunga permettono di aumentare il rapporto di ingrandimento e diminuire la minima distanza di messa a fuoco. Ovviamente aumentando il rapporto di riproduzione risulta sempre più difficile ottenere una foto esente da micromosso, illuminata in maniera ottimale e con una messa a fuoco perfetta. Per questo risulta necessario servirsi di un cavalletto stabile e robusto, dotato di testa che permetta movimenti rapidi e precisi. Si consiglia, inoltre, di non utilizzare l'autofocus e mettere a fuoco spostando il complesso reflex-tubi-obiettivo. Oltre all'utilizzo di un cavo o di un telecomando per lo scatto è necessario il sollevamento preventivo dello specchio della nostra reflex. Qaulora non disponessimo di tubi con il mantenimento degli automatismi dovremmo considerare una riduzione della luminosità per un valore di 1-2 diaframmi. In ogni caso il dover smontare spesso l'obiettivo, espone il sensore della nostra macchina fotografica a un maggior rischio di sporcarsi.

1 commenti:

Alberto ha detto...

Grazie! Davvero un ottimo articolo, mi è stato molto utile!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes