lunedì 14 novembre 2011

John Chervinsky: nature morte tra arte e scienza

“Il mio lavoro nasce dall'idea di illusione ottica come metafora. Produco un diverso tipo di natura morta concettuale, come se si trattasse di una dimostrazione scientifica o di un immaginario esperimento di fisica”
John Chervinsky è un ingegnere di fisica applicata dell’Università di Harvard. Nato nel 1961 a Niagara Falls ( New York), è un appassionato di fotografia da oltre 20 anni. Nel 1984, dopo aver conseguito una laurea in ingegneria elettrica, si trasferisce a Boston, dove ottiene lavoro come tecnico di laboratorio di fisica. 
Se in un primo periodo la fotografia per John rappresenta solo un hobby, dopo la malattia della moglie nel 2001 diventa una possibilità per scappare da un mondo che si sta sgretolando. Chervinsky , allora, intraprende una ricerca sperimentale che esplora le possibilità della percezione visiva
Le fotografie della sua serie “An Experiment in Perspective” sono una combinazione di segni di gesso e oggetti reali, che sembrano essere dimostrazioni scientifiche. In realtà il fotografo statunitense gioca con le illusioni per sollevare questioni di non facile soluzione
Ottenute puntando il banco ottico verso il punto dell'orizzonte di due lavagne che si intersecano ad angolo retto, Chervinsky combina marcature di gesso e oggetti  per creare un mondo a metà strada tra il reale e l'immaginario. Un quadro di aperta narrazione che fa domande piuttosto che dare risposte
Nella serie "Studio Physics" il fotografo americano compie un’indagine sulla natura del tempo, della luce, dello spazio e della gravità. Attraverso la composizione di nature morte che mescolano oggetti alla pittura, Chervinsky investiga il divario esistente tra la spiegazione razionale e il bisogno dell'uomo di costruire vari sistemi di credenze.

Le immagini vengono completate in due fasi. In una prima , John fotografa la natura morta e invia una sezione ritagliata del risultato ad un laboratorio in Cina, che effettua le riproduzioni in pittura ad olio. Completato il quadro viene inserito nella composizione originaria e il tutto viene fotografato nuovamente. Vi consiglio di visitare il sito web dell’artista per avere una visione completa della sua opera.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes