mercoledì 15 giugno 2011

Come fotografare l'eclissi di Luna

Si preannuncia magica la notte di questa sera. La Luna si vestirà di rosso in uno degli eventi più spettacolari che il cielo può offrire: un'eclissi totale. L'eclissi di Luna è un oscuramento del nostro satellite causato dal suo ingresso nel cono d'ombra proiettato nello spazio dal nostro pianeta. Tali eclissi si dicono parziali quando la Luna non entra completamente nell'ombra della Terra, totali quando la Luna è interamente oscurata
Durante l'eclisse del 15 giugno la Luna si troverà, infatti, fra le stelle della costellazione di Ofiuco, la tredicesima costellazione dello Zodiaco. Questa eclisse totale sarà l'ultima visibile in Italia fino al 2015. Il caratteristico colore rosso deriva dal fatto che la superficie del nostro satellite, pur essendo in ombra e dunque non illuminata direttamente dal Sole, riceve comunque una minima quantità di luce che filtra attraverso l'atmosfera terrestre. L'intensità e la varietà delle tinte dipenderà dalle condizioni di trasparenza dell'atmosfera: considerando il gran numero di eruzioni vulcaniche importanti registrate nelle ultime settimane (Grimsvötn in Islanda, Popocatépetl in Messico, Puyeye in Cile), che hanno disseminato enormi quantità di polveri nell'aria, si può ipotizzare che il filtro atmosferico sarà particolarmente intenso e questo potrebbe produrre colorazioni davvero spettacolari.
Allora pronti a fotografare questo avvenimento seguendo qualche consiglio a riguardo. Dovete ricordare che la luna non è ferma, ma si muove abbastanza velocemente. E’ consigliato scattare molte fotografie con diversi tempi di esposizione, visto che è impossibile prevedere in anticipo quale sarà la luminosità del satellite nelle diverse fasi dell'eclissi, che, rispetto a una normale luna piena, richiede esposizioni fino a mille volte più lunghe del normale. Di ogni immagine,  sarà meglio fare un paio di pose, sovraesponendo e sottoesponendo per poi magari utilizzarle per montarle in post produzione o procedere con la modalità HDR. Per ottenere una fotografia del disco lunare abbastanza grande è necessario l’utilizzo di un telescopio o di uno zoom di almeno 300mm. Una regola ci indica che per fotografare una normale eclissi lunare, la dimensione del disco sul fotogramma sarà pari alla lunghezza focale divisa per 110. Un normale apparecchio fotografico con un obiettivo da 50mm produrrà, quindi, un’immagine della Luna di appena 0,5mm circa. Collocare la macchina su un cavalletto garantisce movimenti legati alle vibrazioni che potrebbero rendere meno nitida la foto, tuttavia tempi di esposizioni superiori ai 4 secondi richiederanno un meccanismo di inseguimento, per compensare la rotazione terrestre.



0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes