mercoledì 23 marzo 2011

Cos'è la lomografia?

La lomografia è un particolare approccio alla fotografia, caratterizzato dall'impiego di una macchina fotografica LOMO. La Lomografia nasce nel 1992 a Praga, quando due studenti Matthias Fiegl e Wolfgang Stranzinger trovano, in un mercatino dell’usato, una piccola macchina fotografica LOMO, prodotta a San Pietroburgo.
La sigla, non a caso, è un acronimo che identifica il luogo di origine: Leningradkoje Optiko Mechanitscheskoje Objedinenie. Mathias e Wolfgang scattano foto a raffica e le portano a stampare nel formato più piccolo ed economico, il 7×10, che diventerà presto il formato standard dei lomografi. Le immagini che si riescono a realizzare risultano cariche di vitalità, con colori saturi e brillanti. L’entusiasmo dei due ragazzi per le fotografie ottenute li porta ad inventare un movimento fotografico riassumibile nel motto: Don’t think, just shoot” (non pensare, solo scatta). La lomografia in poco tempo diventa un culto, un business e una moda che respinge la rincorsa alla perfezione. La macchina viene usata come un prolungamento del braccio, pronta a scattare senza mai preoccuparsi del risultato finale.
La lomografia si basa su due punti chiave: non pensare minimamente alle regole compositive tradizionali e usare l'istinto per cogliere il momento. Le caratteristiche particolari di una macchina fotografica LOMO sono racchiuse nell'obiettivo di 32mm. Gli antichi obiettivi LOMO,  grazie all’ottima capacità di rifrangere le fonti luminose su contrasti medio-scuri, rilevando soggetti distanti, erano stati usati dall’esercito sovietico nelle riprese aeree. Le nuove macchine lomografiche, tendono a ricreare gli stessi particolari effetti, sfruttando, a seconda dei modelli, nuove e bizzarre possibilità.
Gli obiettivi che montano si caratterizzano oltre che per una grande luminosità, per la ricreazione di toni di immagine estremamente saturi e per una vignettatura da sottoesposizione ai lati. Molte volte chi fa lomografia tende ad accentuare gli effetti di queste distorsioni utilizzando pellicole scadute. Vi consiglio di dare uno sguardo al sito www.lomography.it per avere maggiori informazioni su questo tipo di fotografia e su che tipi di macchine fotografiche utilizzare.







1 commenti:

Anonimo ha detto...

e la stampa di foto scattate con una Lomo in che formato è?

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes